domenica 8 gennaio 2012

vigilia di natale in casa FF...Nuvola

Quest'anno toccava a me ospitare la famiglia, non succedeva da un po' e mi sentivo in colpa...avevo davvero voglia d'intrattenere parenti e famiglia acquisita.

Io e Andrea (il marito d'oro!!) abbiamo iniziato a cercare ricette e creare insieme un menù adatto a tutti...ma era alquanto tardi...e ci siamo resi conto solo una settimana prima che se non ci davamo una mossa non avremmo avuto l'opportunità di preparare quello che volevamo. Inoltre era molto importante anche l'allestimento della tavola...per la prima volta avevo voglia di celebrare il natale con i suoi colori tradizionali...rosso, bianco, verde e argento. Sono andata in giro a cercare ispirazione e poi mi sono fatta guidare dal mio istinto che, per fortuna, non mi delude mai. Stelle di natale, vasi argentati, rosso e tante candele per la nostra tavola sono stati gli elementi che hanno riscaldato l'ambiente.










Quindi dopo avere deciso l'allestimento, siamo passati al menù iniziando con gli antipasti...FONDAMENTALI in casa delle food fairies (adoriamo gli appetizer e il finger food!!!), siamo passati a scegliere il primo, poi secondo e contorno e infine il dolce...che ha aspettato quasi l'ultimo minuto ad essere scelto...troppe possibilità e voglia di tutto!!!

I compiti sono stati divisi abbastanza equamente tra noi due...anche se poi io sono quella che fa le preparazioni più difficili e lui se la cava sempre con condimenti, marinate e BBQ.

Il menù era pensato per 10 adulti; I 4 bambini avevano un mini-menù a parte che devo dire ha risolto la serata, hanno mangiato velocemente e si sono messi a giocare...erano felicissimi. Per loro, spaghetti con le vongole veraci e sautè di vongole...ne vanno matti...e poi un bel dolce che fa felici tutti i palati...salame al cioccolato. Lo so, sembra poco...ma vi assicuro che la pasta era tanta e loro non avevano voglia di stare seduti ore al tavolo...mi ricordo che quando ero bambina non vedevo l'ora di finire di mangiare, per alzarmi e giocare con i cuginetti e amici, e non dover passare tutta la serata al tavolo ad ascoltare i discorsi noiosi degli adulti!!!

Il menù degli adulti invece molto più complesso (anche se leggero e fresco):


Tutto il pesce è stato ordinato dalla nostra pescheria preferita, un po' cara, ma che offre del pesce totalmente italiano, controllato e soprattutto freschissimo...sono davvero bravi!!! Grazie alla Tortuga, in via cassia.

Le ostriche fresche buone e lussuriose.


I gamberi viola che si scioglievano solo a guardarli, che goduria!!!
La tartare, di salmone, trovata su un blog francese, ma come al solito rivisitata da me in stile FF.


I carpacci, di orata e pezzonia, una delizia. (Totalmente inventati da Andrea...le marinate intendo, leggere e mai invadenti).



Ringrazio Franco Zambelli della "Locanda del gusto" a trevignano, per la ricetta dei gamberi avvolti nella pancetta su vellutata di zucca e porri, il mio antipasto preferito, in questo caso leggermente rivisitata da me e servita in stile finger food.

Il primo è stato ispirato dal viaggio a Venezia (a presto un breve post con consigli e ricette), era buono ma moltoooo delicato. Le capesante erano perfette ma la zucca, che non era quella piacentina (più saporita della nostrana e che purtroppo qui non si trova), era un po' insipida, forse avrei dovuto dar retta al mio istinto e aggiungere più sale all'acqua della pasta, inoltre invece dello scalogno usare il porro per il soffritto, per un sapore più deciso. Comunque è andata bene. Ma da perfezionare!

Il secondo, una spigola di mare di 3kg e un'orata di orbetello (che a me piace moltissimo!!!), affidato al marito e il suo amato BBQ. Condito con un chimichurri, fatto in casa da me ( e scoperto grazie al nostro caro amico Yoss), delicato e un po' piccante che ci stava benissimo, un'esplosione di sapori! Ahimè niente foto...ero alle prese con la caramellizazione dello zucchero della crème brulée.

Il contorno invece ormai un "must" in casa FF, Il gratin di finocchi di Ottolenghi. Scoperto e provato per la prima volta da Sara e poi sperimentato anche da me e rivisitato con varie verdure. Buono, gustoso e succulento...per non parlare dell'avanzo mangiato il giorno dopo...sluurp!

Il dolce merita un capitolo a parte. Qui c'è stata tanta indecisione perché avevo voglia di stupire. Quindi ho iniziato pensando ad una torta decorata, poi a dei cupcakes dal sapore natalizio e personalizzati, al cioccolato, alla frutta...insomma le idee erano infinite. Alla fine mi sono ricordata di una ricetta che volevo provare da un po' e che in genere spaventa perché non è facilissima : La Christmas crème brulée della mia adorata Nigella.

Leggendo la lista degli ingredienti sembra una cavolata, ed in fondo lo è... ma non far cagliare la crema è difficile ( avevo il mio lavello pieno di acqua fredda pronto per il recupero della crema) e soprattutto non potendo assaggiare non si capisce quale sarà il risultato finale. Io mi sono buttata per la prima volta ed è stato un successo. Pfiuuu, è stra-piaciuta e credo che presto riproverò!!!

Insomma la vigilia è passata tra cibo e racconti divertenti, tra risate e coccole culinarie, tra pile di piatti e lavastoviglie sempre in funzione...siamo stati benissimo e non poteva andare meglio.

Tutti gli ospiti sono andati via intorno l'una o poco più e dopo aver messo a letto i nostri meravigliosi bimbi abbiamo ripulito un po' la cucina e siamo crollati di stanchezza, ma felici e soddisfatti, alle 3.30.

Adoro intrattenere i miei ospiti!!!


1 commento:

  1. Eccellente cena,tutto curato nei minimi dettagli...padroni di casa fantastici. Quanto manca alla prossima vigilia? :-))

    RispondiElimina

Lascia un commento!!!